mercoledì 5 novembre 2014

Zuppa di zucca, lenticchie e cavolo - Supa de dovleac, linte si frunze de gulii

Mai jos reteta in limba romana

Sono diventata vegetariana? Ma nooooooo è solo che ultimamente ho ridotto il consumo di carne a una sola volta alla settimana e con tanta buona verdura che si trova in questo periodo, con tanti legumi gustosi, non sento proprio il bisogno di mangiare la carne. 
La carne non fa molto bene, parliamoci chiaro e quindi ho deciso che il mio autunno sarà all'insegna di pesce, formaggi, frutta e verdura. 
Questo che vedete qui sotto, è una parte del mio bottino al mercato del giovedì scorso: tanta cicoria, lattuga, bietole, cavolo, zucca, melograno, ceci e per domani ho già prenotato due kg di lenticchie. C'erano pure le mele e l'uva, ma per timidezza non sono venute nella foto :-))!






E ora vi lascio la ricetta, gli ingredienti qui sotto sono per due persone che hanno fatto il bis :-)).

Ingredienti:
1 carota
1 patata
1 cipolla
100 gr lenticchie (le mie non hanno avuto bisogno di ammollo)
zucca (non l'ho pesata, l'ho messa ad occhio)
3 mazzi di foglie di cavolo rapa 
due cucchiai di olio extravergine di oliva
sale 
pepe

Lavare e tagliare le foglie di cavolo rapa e metterle a bollire in una pentola con acqua e un po' di sale.



Pulire e tagliare la cipolla, la carota, la patata e la zucca. Metterle in un'altra pentola con due cucchiai di olio extravergine di oliva e con le lenticchie lavate (in base alle vostre lenticchie, mettetele o no in ammollo). Mescolare e fare rosolare per un minuto. Spegnere il fuoco.


Quando le foglie di cavolo rapa saranno al dente, metterle nella pentola con le verdure, aggiungere l'acqua di cottura in modo da coprire il tutto, salare, pepare e lasciare cuocere.




Controllare di sale e quando le verdure sono cotte impiattare e servire così oppure con un filo di olio extravergine sopra.
Buon appetito!

Nota:
- una versione ancora più veloce sarebbe quella di mettere tutti gli ingredienti nella pentola con l'olio, rosolare per un minuto e poi aggiungere acqua e lasciare bollire. Io ho preferito di bollire separatamente le foglie di verza perché erano più grandi del solito. Ma sorpresa....erano molto più tenere di quelle più piccole!



Partecipo al bellissimo giveaway di Adrialisa, andate anche voi a dare un'occhiata per festeggiarla assieme!!!


Româna

Credeti ca am devenit vegetariana? Nici vorba, insa in perioada asta, cu atatea verdeturi bune care se gasesc la piata, cu legume si peste proaspat, chiar nu simt nevoia sa mananc carne.
Carnea...mai rarut ca-i mai dragut! Nu face chiar bine, asa ca daca o putem evita din cand in cand, n-ar fi rau.
Frunzele de gulie sa nu le aruncati atunci cand cumparati gulii de la piata! Sunt foarte bune, contin o gramada de vitamine, nu fac decat bine organismului!

Ingrediente pentru doua persoane care au facut bis :-))
1 morcov
1 cartof
1 ceapa
100 gr linte (lintea pe care o cumpar eu nu are nevoie sa fie pusa la inmuiat)
dovleac (nu l-am cantarit, am pus la ochi)
3 legaturi de frunze de gulii
doua linguri de ulei extravirgin de masline
sare
piper

Se spala si se taie frunzele de gulii si se pun apoi la fiert intr-o oala cu apa si putina sare.
Se curata si se taie ceapa, morcovul, cartoful si dovleacul. Se pun intr-o alta oala cu cele doua linguri de ulei extravirgin de masline si cu lintea spalata (in functie de lintea pe care o aveti, puneti sau nu la inmuiat initial). Se amesteca si se lasa pe foc circa un minut. Se opreste focul si se lasa deoparte.
Cand frunzele de gulie sunt fierte "al dente" deci nu de tot, se pun in oala cu legume, se adauga apa in care au fiert in asa fel incat sa acopere totul, se sareaza, pipareaza si se lasa la fiert.
Se gusta de sare si cand legumele sunt fierte, se pune pe farfurii si se serveste (eventual cu un fir de ulei extravirgin de masline deasupra).
Pofta buna! 

O varianta super rapida, ar fi sa puneti toate ingredientele curatate si taiate in oala cu ulei
pentru un minut, apoi se adauga apa si se lasa la fiert.
Cum frunzele de gulie pe care le-am avut eu eram mai marisoare, am preferat sa le fierb separat, sa fiu sigura ca s-au fiert bine.







lunedì 3 novembre 2014

Carpaccio di zucca - Carpaccio de dovleac

Mai jos reteta in limba romana

Vi ho già detto che amo la zucca, ma così...l'avete mai mangiata?
Questo piatto può essere un antipasto, un contorno, un piatto unico, scegliete voi. Ho deciso di condividerlo, solo perché magari qualcuno di voi ancora non ha mai mangiato la zucca cruda e sarebbe un peccato non provarla almeno una volta anche in questa versione. 

Ingredienti:
zucca
olio extravergine di oliva
origano
sale grigio Bretone (oppure del normale sale fine)
pepe 

Tagliare la zucca a fettine sottili e condire con sale, pepe macinato fresco, olio extravergine di oliva e origano.
Servire dopo circa un ora.
Buon appetito!



Ci tenevo a ringraziarvi per i commenti che avete lasciato al ultimo post e anche mio marito ringrazia tutti voi, uno per uno! 

Presto arriverà sul mio altro blog, un giveaway che non potete perdervelo! Restate sintonizzati, preparerò per voi tante cosine simpatiche!

Chiudo, facendovi vedere queste foto...i tramonti che si vedono dalla mia nuova casa sono spettacolari! Questo è quello di qualche giorno fa e le foto non sono assolutamente ritoccate!





Româna

V-am mai spus de nenumarate ori ca ador dovleacul, dar asa......crud, l-ati mancat vreodata?
Puteti sa-l gustati la gustare, ca garnitura sau asa pur si simplu cu paine prajita sau proaspata.
Nu-i nici o smecherie de reteta, dar am ales sa v-o arat in caz ca e cineva care n-a mancat pana acum dovleac crud sau pur si simplu nu stia ca se poate consuma si asa.

Ingrediente:
dovleac
ulei extravirgin de masline
oregano
sare gri franceza (sau sare fina normala)
piper

Se taie dovleacul felii subtiri si se condimenteaza cu sare, piper proaspat rasnit, ulei extravirgin de masline si oregano. 
Se serveste dupa circa o ora.
Pofta buna!






martedì 28 ottobre 2014

Spaghetti al tonno e olive - Spaghetti cu ton si masline

Mai jos reteta in limba romana

Ogni tanto anche mio marito si mette davanti ai fornelli :). E quando cucina, lo fa con massima attenzione, è molto preciso, si prepara prima tutti gli ingredienti a portata di mano nelle ciotoline. Avete presente le trasmissioni di cucina in tv? Così. 
Ebbene si, la pasta di oggi l'ha cucinata lui! Anzi, ha fatto tutto lui, io mi sono limitata a fare le foto, apparecchiare e impiattare. 
Per chi come me cucina ogni giorno, è meraviglioso fare una pausa una volta ogni tanto. Ci si sente coccolati. Basta concentrarsi sul cibo, godersi il momento, senza pensare alla quantità di ciotole, ciotoline, posate, piatti, che durante la preparazione si sporcano e che toccherà a me di lavare! 
Quello che vi posso dire è che questa pasta è stata davvero buona, ottima direi! 
Nata così, con gli ingredienti che avevamo in dispensa e per l'ennesima volta posso dire che il tonno in scatola salva sempre! Secondo me è presente nelle dispense di tutti gli italiani e quando non si sa cosa cucinare, eccolo lì, l'alimento salva pranzo o salva cena, che con un po' di fantasia risolve tutto!

Ingredienti per 2 persone:
1 porro
3 spicchi d'aglio
2 scatolette di tonno sott'olio
1 sarda sott'olio
una manciata di olive nere calabresi
olio extravergine di oliva
1/2 cucchiaino di pesciolini piccanti calabresi (in alternativa potete usare della pasta di peperoncino oppure del semplice peperoncino)
sugo di pomodoro
vino bianco
pepe di Sichuan (oppure del pepe normale)
spaghetti alla chitarra (trafilati al bronzo) 250 gr



Pulire e tagliare il porro a rondelle, pulire e schiacciare l'aglio con un coltello e mettere poi il tutto in una padella con qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva. Lasciare rosolare e sfumare con del vino bianco.




Aggiungere la sarda tritata, il tonno scollato, le olive senza il nocciolo e il mezzo cucchiaio di pesciolini piccanti calabresi. Mescolare e dopo circa un minuto aggiungere del sugo di pomodoro e pepare. Lasciare cucinare per circa cinque minuti e poi spegnere il fuoco.







Scolare la pasta al dente e metterla nella padella con il condimento, mescolare e poi impiattare.
Buon appetito! 



Cin cin e buona settimana a tutti!


Româna


Din cand in cand, mai gateste si sotul meu. 
Pastele de azi, le-a gandit si le-a gatit dl. Any, eu am pus doar masa, am facut pozele si am pus papa pe farfurii. Deci tot am facut si eu ceva! 
Pentru cine gateste ca mine in fiecare zi, e minunat cand altcineva face de mancare! E chiar relaxant. Important e sa ma concentrez si sa ma bucur de moment, sa nu ma gandesc la nenumratele castroane, castronele, tacamuri, farfurii folosite in timpul prepararii si pe care evident trebuie sa le spal eu!
Ce pot sa va spun...pastele astea sunt extraordinar de bune! Pentru a nu stiu cata oara pot sa spun ca tonul la cutie salveaza un pranz, o cina, intervine cu succes atunci cand suntem in pana de idei, dar totusi cu ceva fantezie reusim sa dam viata unei farfurii delicioase!

Ingrediente pentru 2 persoane:
1 praz
3 catei de usturoi
2 cutii mici de ton in ulei
1 sardina in ulei
o mana de masline calabrese (sau alte masline, negre sa fie)
ulei extravirgin de masline
1/2 lingurita de pestisori picanti calabresi (in alternativa puteti folosi pasta de ardei iute sau doar ardei iute)
suc de rosii
vin alb sec
piper Sichuan (sau piper normal)
spaghetti chitara Garofalo 250 gr

Se curata si se taie prazul rondele, se curata si se striveste usturoiul cu ajutorul unui cutit si se pune apoi totul intr-o tigaie cu cateva linguri de ulei extravirgin de masline. Se pune pe foc vioi cateva minute apoi se stinge cu bin alb sec.
Se adauga sardina tocata marunt, tonul scurs bine de ulei, maslinele fara samburi si jumatate de lingurita de pestisori picanti calabresi.
Se amesteca si dupa circa un minut se adauga suc de rosii si ceva piper. Se lasa pe foc circa cinci minute, apoi se stinge focul.
Pastele se fierb al dente, se pun apoi in tigaia cu condimentul preparat, se amesteca si se pun pe farfurii.
Pofta buna!








Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...