mercoledì 12 ottobre 2016

Coniglio ai pomodorini - Iepure cu rosii

Mai jos reteta in limba romana 


A casa mia il coniglio piace e questo non è più un segreto, se guardate il mio blog potete trovare un bel po di ricette. Ci pace moltissimo anche in questa versione con i pomodorini, la carne acquista un'ottimo sapore e il sughetto che si forma in cottura è buonissimo, credetemi.
Vi consiglio di provarlo, è davvero squisito.
Mi sono ispirata da qui.

Ingredienti:
1 coniglio tagliato a pezzi
pomodorini datteri q.b (una ventina di pezzi)
2 cipolle rosse
1 bicchiere di vino bianco secco
4 spicchi d'aglio
rosmarino fresco
mix di erbe aromatiche per arrosti
sale
pepe
olio extravergine di oliva

Salare, pepare e cospargere il coniglio con il mix di erbe aromatiche e metterlo poi a rosolare in una padella, con qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva.





Sfumare con il vino.


Aggiungere i pomodorini tagliati a metà, le cipolle tagliate a julienne, i spicchi d'aglio interi e i rametti di rosmarino. 



Cuocere a fuoco lento e aggiungere dell'acqua durante la cottura se si dovesse asciugare troppo.



Buon appetito!


Româna

Nu mai e un secret ca ne place carnea de iepure gatita-n fel si chip.
Daca va place si voua, atunci va sfatuiesc sa incercati si reteta asta, simpla tare de tot dar foarte gustoasa. Nu o sa regretati. 
M-am inspira de aici.

Ingrediente:
1 iepure taiat bucati
rosii tip curmala sau cherry (am pus 20 de bucati)
2 cede rosii
1 pahar de vin alb sec
4 catei de usturoi
rozmarin proaspat
mix de erbe aromatice
sare
piper
ulei extravirgin de masline

Se sareaza, se pipareaza si se prepara peste carne ierburile aromatice si se pune apoi intr-o tigaie cu cateva linguri de ulei de masline. Carnea trebuie sa se perpeleasca bine pe toate partile.
Se stinge apoi cu vin alb sec, iar cand alcoolul s-a evaporat se adauga rosiile taiate pe jumatate, ceapa taiata julienne, cateii de usturoi intregi si ramurelele de rozmarin.
Se lasa la foc lent si se adauga apa pe timpul coacerii daca e nevoie.
Posta buna!



lunedì 1 febbraio 2016

Cappone ripieno al forno - Clapon umplut la cuptor

Mai jos reteta in limba româna

Questo cappone è sopravvissuto alle feste appena passate. L'avevo messo in congelatore proprio con l'intenzione di cucinarlo ripieno perché in questo modo non l'ho mai cucinato.
Uno dei piatti di Natale per eccellenza è il brodo di cappone ed io l'ho sempre cucinato così, ma ogni tanto mi piace provare qualcosa di nuovo. 
Sono rimasta piacevolmente sorpresa. La pelle croccante e la carne morbida. Anche il petto che di solito è un po' stoppaccioso, è rimasto invece bello morbido. 
Il ripieno, una favola. Molto molto buono, da usare anche per altre carni.
Se per il prossimo Natale e non solo, non volete cucinare il cappone nel solito modo, vi consiglio di farlo ripieno. Rimarrete sodisfatti.
Noi abbiamo servito il cappone con il ripieno tagliato a fette e con delle patate al forno.

Ingredienti:
1 cappone di circa 2,6 kg
650 gr macinato di maiale
125 gr mortadella
20 gr pistacchio intero sgusciato
50 gr prugne secche
50 gr datteri
1 rametto di rosmarino
2 rametti di timo
sale, pepe
olio extravergine di oliva

Ho pulito, fiammeggiato e lavato il cappone. L'ho asciugato sia dentro che fuori.
Il macinato di maiale l'ho tritato ancora, per qualche secondo nel Bimby perché lo volevo più fine. L'ho mescolato poi con la mortadella tritata sempre con il Bimby, il pistacchio intero, le prugne secche e i datteri tagliati a pezzettini, il rosmarino e il timo tritati, sale, pepe. Questo composto l'ho messo in frigo per una notte.



Il giorno dopo ho riempito il cappone con il composto fatto, l'ho chiuso con degli stecchini e  l'ho messo in una teglia da forno con un filo di olio extravergine di oliva. Poco olio perché il cappone rilascerà tanto grasso durante la cottura.
Ho infornato a 220 gradi per circa 25 minuti, poi ho abbassato la temperatura a 180 gradi e ho lasciato cuocere per 40 minuti, dopodiché ho alzato di nuovo a 200 gradi fino alla fine della cottura.







Buon apetito!

Româna

Claponul despre care o sa va povestec astazi, a supravietuit sarbatorilor care tocmai au trecut. Il pusesem in congelator cu intentia sa-l fac umplut la cuptor, pentru ca in felul asta nu l-am mai gatit pana acum. 
Aici claponul e sinonim cu supa. Pentru pranzul de Craciun, supa trebuie sa fie neaparat facuta din clapon, iar eu asa l-am gatit intotdeauna. Insa din cand in cand, nu strica sa incercam si ceva nou.
Ce sa va zic, am ramas placut surprinsa. Pielea crocanta, iar carnea moale. Pana si pieptul care de obicei e mai innecacios, a iesit moale.
Umplutura minunat de buna, merge si la alte carnuri zic eu. Merge si claponul umplut si apoi fiert in supa, de ce nu!
Daca pentru Craciunul viitor si nu numai, o sa vreti sa probati o reteta noua, v-o recomand cu drag, o sa fiti pe deplin satisfacuti. 
Noi am servit claponul cu umplutura taiata felii si cu cartofi la cuptor.

Ingrediente
1 clapon de circa 2,6 kg
650 gr de carne tocata de porc
125 gr mortadella
20 gr fistic intreg fara coaja
50 gr prune seci
50 gr curmale
1 ramurica de rozmarin
2 ramurele de cimbru
sare, piper
ulei extravirgin de masline

Am curatat, am parlit si am spalat claponul. Apoi l-am uscat atat in interior cat si in exterior.
Carnea tocata o vroiam un pic mai fina, asa ca am pus-o in termomix pentru cateva secunde la tocat. Am tocat si mortadella fin de tot, tot la termomix.
Intr-un castron am amestecat carnea tocata de porc, mortadella tocata, fisticul intreg, prunele seci si curmalele taiate bucatele, rozmarinul si cimbrul taiate marunt, sare si piper. Am amestecat bine si am pus la frigider pentru o noppte.
A doua zi am umplut claponul cu compozitia facuta, l-am inchis cu cateva scobitori si l-am pus intr-o tava cu un fir de lei extravirgin de masline. Foarte putin ulei pentru ca claponul lasa o gramada de grasime in timp ce coace.
L-am dat la cuptor la 220 de grade pentru primele 25 de minute, apoi am scazut temperatura la 180 de grade pentru 40 de minute, dupa care am ridicat temperatura la 200 de grade pana la final.
Pofta buna!




venerdì 22 gennaio 2016

Faraona all'arancia e patate alla paprika - Bibilica cu portocale si cartofi cu paprika

Mai jos reteta in limba romana

Di solito cucino la faraona intera al forno, con salvia e rosmarino e con un bel contorno di patate al forno. Oppure al cioccolato, una versione che ci ha conquistato subito, molto particolare.
Ma stavolta, per il pranzo della domenica scorsa, mi andava di provare qualcosa di nuovo è così mi sono ricordata di questa ricetta che avevo visto anni fa sul blog di Giuliana. Molto buona, profumata, saporita, da rifare ancora direi.
Mamma ha fatto un contorno di patate che a noi piace moltissimo, con paprika e prezzemolo. Una valida alternativa alle solite patate al forno.
Vi auguro un buon fine settimana!

Ingredienti:
1 faraona a pezzi
3 scalogni 
100 gr di pancetta affumicata a dadini
qualche rametto di rosmarino
qualche foglia di salvia
succo di una arancia spremuta
1 arancia intera tagliata a fette
sale
pepe
olio extravergine di oliva

Pulire la faraona, fiammeggiarla e tagliarla a pezzi.
Tagliare i scalogni a julienne e rosolarli in una padella con la pancetta a dadini e qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva.



Aggiungere la faraona a pezzi, il rosmarino, la salvia, il sale, il pepe.
Cuocere coperto per circa 45 minuti, mescolando spesso e aggiungere se c'è bisogno un pochino d'acqua.



Quasi a fine cottura (5 minuti prima di spegnere il fuoco) aggiungere il succo d'arancia e l'altra arancia tagliata a fette.





Ingredienti per le patate alla paprika:
patate 
1/2 cucchiaino di paprika dolce
sale
olio extravergine di oliva
prezzemolo

Pulire le patate, tagliarle a pezzi e metterle a bollire con un pochino di sale.
Mettere qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva in una padella assieme alla paprika dolce, mescolare e riscaldare un pochino.
Aggiungere le patate bollite, regolare di sale e mescolare il tutto.
Aggiungere il prezzemolo e servite.
Buon apetito!


Româna

De obicei gatesc bibilica intreaga la cuptor, cu rozmarin si salvie si o servim cu cartofi la cuptor. Am facut-o si cu ciocolata, o varianta mai putin obisnuita, dar foarte buna si care ne-a cucerit papila din prima clipa.
De data asta, pentru pranzul de duminica trecuta, am vrut sa incerc ceva nou si asa mi-am amintit de reteta asta vazuta acum cativa ani pe blogul Giulianei. Foarte buna a iesit, carnea aromata si parfumata, o s-o refac cu siguranta.
Mama a facut o garnitura de cartofi cu paprika si patrunjel, buni si rapizi, care a inlocuit cu succes cartofii la cuptor.
Va doresc un sfarsit de saptamana cat mai placut!

Ingrediente:
1 bibilica taiata bucati
3 salote
100 gr pancetta afumata (sau kaizer) taiata bucatele
cateva ramurele de rozmarin
cateva frunze de salvie
sucul proaspat stors de la o portocala
o portocala taiata felii
sare
piper
ulei extravirgin de masline

Se curata bibilica, se parleste si se taie bucati.
Se taie salotele julienne si se pun intr-o tigaie cu pancetta afumata si cu cateva linguri de ulei extravirgin de masline. Se lasa pe foc pana ce se inmoaie salotele, dupa care se adauga biblica taiata bucati, rozmarinul, salvia, sare, piper.
Se acopera si se lasa pe foc circa 45 de minute, amestecind mereu si se adauga un pic de apa daca e nevoie.
Spre final (cu cinci minute inainte) se adauga sucul de la o portocala si cealalta portocala taiata felii.

Ingrediente pentru cartofii cu paprika:
cartofi
1/2 lingurita de paprika dulce
sare
ulei extravirgin de masline
patrunjel

Se curata cartofii, se taie bucati si se pun la fiert cu putina sare.
Se pun cateva linguri de ulei extravirgin de masline intr-o tigaie impreuna cu paprika dolce, se amesteca si se incalzeste putin pe foc. Se adauga cartofii fierti, se amesteca, se pune deasupra patrunjel tocat si apoi se servesc calzi.








Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...